Benvenuto!
Sono nato in Cile 55 anni fa. Ho fatto l’istituto tecnico, ho frequentato la facoltà di ingegneria elettronica a Genova e a Bologna. Sul più bello ho mollato tutto e mi sono buttato nel mondo della finanza diventando consulente finanziario e poi responsabile in diverse reti di agenti finanziari. Negli ultimi anni sto lavorando per l’Ente Nazionale per il Microcredito e nel mondo dell’energia. Sul nodo alla cravatta ha colpa mio babbo. Era un napoletano verace e quando avevo 18 anni, davanti allo specchio, mi insegnò a fare il nodo scappino. Ricordo ancora. Doppio petto blu, pantaloni grigi, camicia blu e scarpe nere. Era un Capodanno e con i miei amici avevamo deciso di vestirci eleganti per fare bella figura con tutte le ragazze invitate alla festa. Quel nodo fu l’inizio! Da ragazzo ho giocato a baseball nella città che per primo mi accolse quando arrivai dal Sudamerica, Sanremo. Ero un lanciatore di livello medio, un “rilievo” e ho giocato per diversi anni in serie B. Poi verso i 50 ho “biciclettato” nella specialità “randoneurs”. Sono quei pazzi che macinano chilometri e chilometri partecipando a manifestazioni di 200, 300, 400, 600, e più Km fino ad arrivare alla Parigi Brest Parigi di 1250 km. Ora la mia bici mi guarda e poi… mi guarda ancora.

Paolo Mario Caiazzo